«

»

Mar 27

Lago Kliluk

Lago Kliluk

Immagine 1 di 20

Lago Kliluk

 

 

Il Lago Kliluk si trova vicino a Osoyoos Okanogan Valley, in Canada.

Molto particolare perchè è un lago tempestato da meravigliosi cerchi colorati, quasi come se costituissero la trama di un tessuto a pois. Si tratta di un luogo sacro agli Indiani nativi del luogo. La popolazione che vive nelle sue vicinanze, ritiene che le acque di “Spotted lake” siano miracolose, in grado di guarire ferite, distorsioni, malattie cutanee e dolori muscolari e agli indiani basta immergersi nel lago e pregare il dio Kliluk, per guarire.

Queste straordinarie forme geometriche naturali, di color bianco latte, giallo pallido, verde o blu, a seconda delle stagioni e delle temperature, non sono il frutto di un arcano mistero, ma di un fenomeno naturale. Essendo il lago Kliluk uno dei laghi più ricchi di minerali al mondo, contenendo alte concentrazioni di solfato di magnesio, solfato di calcio, sodio, e 8 minerali in quantità minori, tra cui argento e titanio, durante il periodo compreso tra giugno e settembre, in cu le precipitazioni sono scarse e le temperature sono davvero elevate, le sue acque, evaporando, cristallizzano i minerali che, con i loro colori, creano pozze con bordi bianchi, colorate all’interno, dalle sfumature indescrivibili, ed è proprio l’aspetto chiazzato che conferisce un tocco di magia, rendono questo posto unico al mondo. Lo spettacolo del lago maculato, dando vita a passerelle e piscine colorate in cui si raccolgono i minerali, richiama turisti da ogni parte del mondo e le sue virtù terapeutiche risulterebbero anche da un cartello nei suoi pressi e da una leggenda: nel corso di una battaglia tra tribù locali, sarebbe stata dichiarata una tregua per consentire a tutti i feriti di immergersi nelle acque curative del lago Kliluk, un luogo “marziano” del nostro Pianeta che, con i suoi poco più di 15 ettari, continua a stupire i numerosi turisti che possono ammirarlo da diverse angolazioni ma non possono accedervi, poiché si trova su un terreno privato. Il lago, durante la prima guerra mondiale, si è trasformato in cava mineraria, in cui i lavoratori estraevano sino ad una tonnellata di minerali al giorno, destinati alle fabbriche di munizioni, concentrate soprattutto nell’America dell’est.

 

 

 

Lascia un commento