«

»

Feb 24

La Sfinge

Sfinge

Immagine 1 di 29

Sfinge

 

 

La Sfinge di Giza è una statua, situata nella Necropoli di Giza, raffigurante una sfinge più precisamente un’androsfinge, essere mitologico con volto umano e corpo di leone accovacciato.

È la più grande statua monolitica tra le sfingi egizie: lunga 73,5 metri, alta 20,22 metri e larga 19,3 metri di cui solo la testa è 4 metri.

Nella sua lunghissima storia, la Sfinge è stata chiamata in diversi modi: per gli Arabi era Abul Hol, padre del terrore.

Il nome Sfinge che le attribuiamo, deriva dal greco Sphynx che significa strangolatrice derivante a sua volta dall’egizio traslitterato in (shespankh) con il significato di “statua vivente” ed era il nome attribuito alle statue di leoni con testa di uomo.

La Stele del Sogno la identifica con un altro nome, quello con cui era conosciuta nell’antichità: Hor em akhet, reso Armachis in greco.

Le consonanti che compongono Hor em akhet sono hr w kt oppure hr m kt; hr vuol dire Horus, w significa dimora (mentre m esprime lo stato in luogo), kt è l’orizzonte: Horus dimora (oppure è, si trova) all’orizzonte (qualcuno traduce anche Horus sorge all’orizzonte).

Nonostante il significato esplicito di questo nome, gli studiosi non riscontrano una relazione tra Sfinge e Horus; qualcuno, invece, identificando Horus con il Sole, ritiene che il rapporto esista dal momento che la Sfinge assiste alla sua nascita ogni giorno.

 

Per maggiori informazioni visitate la fonte Qui  

 

 

 

 

 

Lascia un commento