«

»

Feb 24

Grand Prismatic Spring

Grand Prismatic Spring

Immagine 1 di 35

Grand Prismatic Spring

 

Il Grand Prismatic Spring nel Parco Nazionale di Yellowstone è la più grande sorgente termale degli Stati Uniti, e la terza più grande al mondo,  dopo Frying Pan Lake in Nuova Zelanda e Boiling Lake in Dominica. Si trova nel Midway Geyser Basin.

Il Grand Prismatic Spring è stato notato dai geologi che lavorano nel Geological Survey del 1871 Hayden, e prende il nome da loro per la sua colorazione sorprendente. I suoi colori corrispondono alla arcobaleno con dispersione della luce bianca da parte di un ottico prisma:. Rosso, arancio, giallo, verde e blu.

L’origine di queste manifestazioni geotermiche si deve all’incontro fra l’acqua proveniente dalle precipitazioni che filtrano dal terreno e le roventi rocce sottostanti che raggiungono temperature dell’ordine di 260 °C: compressa e sottoposta a pressione elevate, l’acqua non riesce a raggiungere il punto di ebollizione e neppure a evaporare, e cerca canali di risalita. Se la pressione è bassa, esce in rivoli termali arricchita di sostanza minerali, ma se trova sbocchi improvvisi può eruttare con violenti getti dal terreno.

I Geyser raggiungono nel parco la più alta densità al mondo, i più grandi emettono getti di vapore a intervalli regolari che arrivano fino a 50 metri. Il geyser più noto è senz’altro “l’Old Faithful” (il “Vecchio Fedele”in inglese) che i turisti possono osservare quando emette getti di vapore ogni 96,5 minuti (800000 negli ultimi cento anni, ma si pensa sia attivo initerrotamente da tre secoli), con una fuoriuscita totale di oltre 45000 litri. Altri geyser noti sono il Giant Geyser che erutta quasi quattro milioni di litri d’acqua, il Great Fountain Geyser che erutta in verticale sopra una pozza piatta, il Grotto Geyser con i caratteristici depositi di carbonato di calcio e lo Steamboat che esplode in un fragoroso boato a intervalli regolari.

Le sorgenti calde sono ancora più numerose, dell’ordine delle decine di migliaia, e l’acqua fuoriuscita da molte di queste è ricca di minerali a base di calcio, magnesio e silicati, che creano nei terreni attorno coni e terrazzi. L’esempio più famoso è quello del Mammoth Hot Springs dove sono sorti dei depositi che toccano addirittura i 90 metri.

 

 

 

Lascia un commento