«

»

Feb 24

Burj al Arab

Burj al Arab

Immagine 1 di 48

Burj al Arab

 

 

Burj al-Arab è uno degli hotel più lussuosi del mondo, con 7 stelle (attualmente gliene sono riconosciute però solo 5). Situato sulla Jumeirah Beach, a 15 km a sud del centro di Dubai, su un’isola artificiale collegata alla terraferma da un ponte di 280 m, è caratterizzato da una particolare forma “a vela”, progettata da un’équipe di architetti, la sua costruzione è iniziata nel 1994 e terminata nel 1999 con un costo complessivo di 650 milioni di dollari.

Con i suoi 321 metri di altezza è il 48º edificio più alto del mondo e il 2º albergo più alto del mondo (il primo è il Rose Tower sempre di Dubai). Grazie ai suoi 321 metri d’altezza, l’hotel è diventato la meta ideale per numerosi appassionati di deltaplano che accorrono numerosi per regalarsi un volo in una cornice unica al mondo. L’albergo è gestito dal Jumeirah Group, proprietario del vicino Jumeirah Beach Hotel, degli Emirates Towers e di altri alberghi di Dubai, Londra e New York. Nel 2008 nel gruppo azionario è entrato, come socio maggioritario, il fortunato vincitore del premio di 360 milioni di dollari della lotteria statunitense The Big Game. Al suo interno si trovano 202 suite, disposte su uno o due piani, che misurano da un minimo di 170 m² fino a 780 m², interamente vetrate. Ogni stanza offre una tv al plasma, collegamento ad internet con computer portatile, vista mare, letto king size e trasferimento in limousine dall’aeroporto di Dubai. Le stanze partono da un minimo di 600 euro a notte fino ad arrivare a 9000 con la royal suite: l’hotel produce un utile medio di 100 milioni di dollari l’anno. L’albergo è convenzionato con il Wild Wadi Park, un parco acquatico con accesso gratuito agli ospiti degli hotel della catena Jumeirah. All’interno dell’albergo si trovano anche una boutique e tre ristoranti di cui uno sottomarino ed uno all’ultimo piano con vista sul golfo di Dubai.

Nel febbraio del 2005, a scopo pubblicitario, si è disputato un particolare incontro amichevole tra Andre Agassi e Roger Federer sul campo da tennis allestito per l’occasione sulla piattaforma dell’eliporto dell’albergo, all’altezza di 211 metri sul mare.

Nel 2006 è stato parzialmente (circa 90 delle oltre 200 suite totali) affittato da Naomi Campbell che lo ha utilizzato per la sua festa di compleanno.

 

L’hotel è visibile nella copertina dell’album Ocean Eyes del gruppo americano Owl City.

L’hotel è presente nella missione finale di Call of Duty: Modern Warfare 3 con il nome di Hotel Oasis.

 

Lascia un commento